ReDO Ha Visto La Luce Del Giorno

il sildenafil, un inibitore della PDE-5, è stato originariamente sviluppato per l’ipertensione e angina. Negli studi clinici, hanno notato che causa erezioni, e l’azienda ha rapidamente sviluppato il farmaco per questo tipo di mercato.

“in una certa misura, il riorientamento è una parte standard di sviluppo della droga,” ha detto il DR. Pantziarka, il Fondo di bruxelles contro il cancro, la Farmaceutica Gazzetta. “Una volta[azienda farmaceutica] ha una licenza, che cerca di orientare[farmaco]”.

Pantziarka è il direttore del progetto di Riuso di Farmaci in Oncologia (ReDO). È una collaborazione internazionale tra il Antitumorali Fondo e GlobalCures, un gruppo senza scopo di lucro, nel Massachusetts, che sviluppa farmaci.

gli inibitori della PDE-5 sono le potenziali applicazioni in cancro, insufficienza cardiaca, malattie neurodegenerative, malattie circolatorie, e le malattie infettive. Secondo la versione di prova del registro di sistema di u.s. Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, ci sono più di 650 le prove su inibitori della PDE-5. Analoghi Giornale ha scritto : “Ma con la prima generazione di inibitori PDE-5 off-patent a partire dal 2013, e il limitato interesse per l’industria farmaceutica, non c’è un percorso per un nuovo uso.”

ReDO è emerso, in parte, a causa di problemi legati alla conduzione delle sperimentazioni cliniche con i non-farmaci brevettati. “Ho iniziato a entrare in esso, perché mio figlio soffriva di osteosarcoma, e che lui non risponde al trattamento con standardizzati”, ha detto Pantziarka Farmaceutica Gazzetta. “Ho scoperto che c’erano delle persone che erano alla ricerca di farmaci che non sono cancerogene, che ha avuto un certo grado di attività cancerogena”.

continuò dicendo : “il Nostro intento è quello di trovare trattamenti che si possono raggiungere in breve tempo i pazienti e per il riorientamento corrisponde molto bene al disegno di legge. È possibile ignorare le prime fasi di sperimentazione, quindi, in teoria, il modo in cui dovrebbe essere chiaro per una rapida adozione, se ci sono risultati positivi”.

Tre dei farmaci contro il cancro che vengono in mente quando pensiamo al riorientamento dei farmaci sono la thalomide, il revlimide e il pomalyste di Celgene. Tutti loro sono il cancro farmaci sono molto efficaci e sono tutti derivati da talidomide. La talidomide è stato commercializzato per la prima volta come un sedativo in libera vendita in Germania Ovest nel 1950 con il nome commerciale di Contergan. Poi è stato commercializzato come un farmaco anti-nausea e per alleviare la malattia di mattina in donne in gravidanza, anche se nel 1960, la FDA aveva respinto per la malattia di mattina a causa di preoccupazioni per quanto riguarda gli effetti collaterali.

è stato anche commercializzato nel Regno Unito, l’Australia e la Nuova Zelanda con il nome di Distaval. Poco dopo l’approvazione in Germania, i bambini hanno iniziato a nascere con la phocomélie, una malformazione delle braccia e delle mani. Circa il 40 per cento delle persone colpite sono sopravvissuti. Nel mondo, circa 10.000 casi sono stati segnalati, con un tasso di sopravvivenza del 50 %. I difetti più comuni sono state le “mani a forma di pinne”, o anche di ceppaie. C’erano anche altre deformità.

una volta che sono state ritirate dal mercato, la talidomide è stato studiato in un numero di diverse malattie. Successivamente, è stato usato per curare la lebbra in altre parti del mondo. Nel 2005, Celgene ha ricevuto l’approvazione per la sua versione del farmaco talidomide, Revlimid per il linfoma mantellare, e un anno dopo, per il mieloma multiplo.

Ripeti ha creato un database di circa 270 farmaci che hanno il potenziale per essere riutilizzati per le terapie contro il cancro. Alcuni sono inibitori della PDE-5. Nel cancro, che sembrano avere un effetto immunologico. Un suggerimento è che essi potrebbero essere utilizzati in pazienti con tumore dopo l’intervento chirurgico per ridurre il rischio di recidiva del cancro. Inoltre, sembrano migliorare la risposta dei pazienti alla chemioterapia.

Paolo Dent, la Virginia Commonwealth University, ha detto Farmaceutica Gazzetta: “gli inibitori della PDE-5, hanno dimostrato di essere ottimi farmaci per il riorientamento dei trattamenti anticancro. Siamo stati in grado di dimostrare che il Viagra 25mg maggiore letalità della chemioterapia con doxorubicina contro le cellule tumorali della prostata.”

Il ruolo degli inibitori del PDE-5 in cancro sembra essere in gran parte relative al miglioramento della circolazione del sangue, apparato circolatorio, che aiuta la medicina di muoversi più velocemente per i tumori. La maggior parte, ovviamente, avrebbe alcuni vantaggi in termini di malattie cardiovascolari, poiché esse dilatare le arterie e migliorare la circolazione del sangue. Pfizer anche in mercati Revatio (sildenafil) e Eli Lilly e Compagno mercati Adcirca (tadalafil) per ipertensione arteriosa polmonare. Lilly vende tadalafil sotto il nome di Cialis per disfunzione erettile.

“Ma nuove fonti di dati indicano che in realtà hanno un effetto diretto sui tessuti[cuore],” ha detto David Hutchings, docente di clinica honoris causa in scienze cardiovascolari dell’Università di Manchester, nel regno Unito, in Analoghi Journal.

Tuttavia, alcuni inibitori della PDE-5 non hanno avuto il successo negli studi clinici cardiovascolari.

altri lavori coinvolgono gli inibitori del PDE-5 in presenza di disturbi neurologici, come il deterioramento cognitivo vascolare tipo di demenza causata da insufficiente flusso di sangue nelle regioni profonde del cervello. C’è stato anche un lavoro sull’uso di questi farmaci per il trattamento di lesioni cerebrali traumatiche microvascolare trauma in giocatori di calcio-us.

E, anche se meno evidente, gli inibitori del PDE-5 può avere proprietà antivirali e antibiotici, anche se il lavoro non è ancora pubblicato.

L’effetto deterrente per sviluppare questi farmaci, tuttavia, è che molti di loro sono diventati generici sono prodotti da decine di aziende diverse. Le aziende sono caute a investire in studi clinici per i farmaci su cui non hanno alcun controllo o per i quali c’è già una concorrenza potenziale. E, nota Pantziarka, in Europa, “se si desidera registrare un farmaco generico per una nuova indicazione medica, è necessario essere un produttore, è necessario avere l’autorizzazione di immissione sul mercato.